Torino, 25-29 luglio 2022

Climate Social Camp

  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Condividi

Auguriamo buon lavoro alle attiviste e agli attivisti giunti a Torino da tutta Europa e da diverse parti del mondo per confrontarsi sui danni della crisi ecoclimatica che si traduce in una crisi sociale, migratoria ed economica. Quali azioni, quali strategie per costruire giustizia climatica e sociale? Una settimana di riflessione collettiva a servizio del bene comune.

Tra gli interventi Carlo Petrini, fondatore di Slow Food ("Siamo nell'anticamera dell'irreversibile") e Riccardo Luna, direttore di Green&Blue ("Da una parte c’è chi pensa che stia andando tutto bene, che al massimo con lo scioglimento dei ghiacciai «avremo più case con vista mare» e che comunque «a luglio ha sempre fatto caldo» dobbiamo farcene una ragione.

I negazionisti del clima partono da una posizione di indubbio vantaggio: ci dicono quello che vorremmo sentirci dire… Dall’altra parte c’è un mondo nuovo. Libero da un’altra tirannia, quella dei combustibili fossili; e dalla plastica. Un mondo alimentato da energie rinnovabili e con un rapporto più sano, rispettoso, con le risorse del pianeta. Che non vanno sprecate, ma ove possibile, riciclate, riutilizzate.

Un tempo questa visione veniva bollata come portatrice di povertà diffusa, l’ambiente era visto come antitetico all’occupazione e alla crescita economica. Ma non è più così. Oggi abbiamo le tecnologie e le risorse per cambiare tutto, provare a frenare il riscaldamento globale e creare una società più giusta"). 

La terra è un paradiso.
L'inferno è non accorgersene.Jorge Luis Borges

Abbonati alla rivista

Da oltre 30 anni Animazione Sociale mantiene l'abbonamento a un prezzo ridotto, grazie al sostegno delle lettrici e dei lettori e del Gruppo Abele che ne è l'editore. Una scelta per favorire l'accesso di tutti alla formazione, risorsa vitale per lavorare nel sociale.

Abbonati