1. Animazione Sociale
  2. News
  3. #RaccontaIlTuoServizio
  4. Quando la scuola chiuderà, si aprirà un altro vuoto educativo – Proposte di animazione professionale di prossimità

_

Quando la scuola chiuderà, si aprirà un altro vuoto educativo – Proposte di animazione professionale di prossimità

goose-game-2806291_1920Cooperativa sociale Pepita | 

Bambini da seguire, case da riordinare, spazi da condividere e famiglie sempre più pressate dalle incombenze quotidiane. Da un tempo sospeso a un tempo improvvisamente da riorganizzare per conciliare lavoro e figli, nel rispetto della loro crescita, talvolta a discapito della propria produttività. Per loro, i minori, un periodo tutto da inventare lontano dagli amici e dai nonni, immersi nella complessità di una scuola digitale che presto terminerà lasciando un altro vuoto educativo

Su questi temi ha riflettuto fin dai primi giorni di quarantena Pepita, la cooperativa sociale costituita da educatori professionali, che da oltre quindici anni progetta percorsi formativi rivolti ai ragazzi, ai loro insegnanti e ai genitori per accompagnarli attraverso le sfide dell’adolescenza.

Ancora una volta Pepita non si è fermata – spiega Ivano Zoppi, presidente di Pepita – e ci siamo concentrati per spostare la formazione, i gruppi con i ragazzi e le attività online. Attraverso appuntamenti settimanali abbiamo dato vita a un calendario digitale che ha permesso la normale prosecuzione dei progetti. Nell’ultimo periodo ci siamo poi attivati per rispondere alle esigenze delle famiglie in vista dell’estate e creare un piccolo vademecum condiviso su diritti ritrovati dei più piccoli”.

#DiCasaInCasa è una proposta di animazione professionale di prossimità – creata in collaborazione con Fondazione Carolina – per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. Tiene conto delle disposizioni delle Autorità e si adatta alle diverse tipologie di luogo e contesto on e off line per supportare le famiglie accompagnando i minori con attività all’aria aperta che consentano loro di riappropriarsi degli spazi e recuperare le relazioni con i coetanei.

 

I DIRITTI RITROVATI

Educatori e bambini, ragazzi e famiglie, saranno chiamati a riscoprire il valore dei diritti sospesi dall’emergenza Covid-19, partendo dal vademecum proposto da Pepita:

Diritto allo spazio – Dopo questo lungo periodo di lockdown i bambini hanno bisogno di movimento e di tornare ad abitare con nuove regole gli spazi aperti

Diritto all’incontro – La didattica online condiziona l’empatia, torniamo all’educazione di prossimità continuando a rispettare le distanze, ma riscoprendo il valore dello sguardo.

Diritto al gusto – Dai pasti in casa alla gioia ritrovata di assaporare un gelato o una merenda con gli amici, ricordano sempre le norme di sicurezza

Diritto al Tempo perduto – Dalle giornate sospese, fatte di paure e incertezze, alla consapevolezza di poterci misurare con le nostre emozioni, dando più valore al nostro tempo.

Diritto al Rumore – Dopo il rumore del “silenzio” si può tornare al caos allegro delle risate, delle corse all’aperto e della gioia spensierata.

Diritto ai colori e ai profumi – Riscoprire e tornare ad abitare i sensi della bellezza attraverso gusto, olfatto, tatto, vista e udito.

Diritto di giocare – Perché nel gioco si costruiscono relazioni. Sorridere è la strada più sicura per diventare grandi.

I bambini hanno bisogno di noi. Adesso.

 

Pepita è una cooperativa sociale creata da un gruppo di educatori esperti in interventi educativi e sociali, di percorsi di formazione e di attività di animazione rivolte a scuole, Comuni, oratori e parrocchie. Pepita opera su tutto il territorio nazionale (2 sedi operative: Milano e Bari). Un’attenzione particolare è rivolta alle famiglie a rischio di disgregazione. Per la proposta raccontata nel testo, volta a prevenire il parental burnout e sostenere educativamente la fascia 6-14 anni nel periodo da giugno fino alla ripresa delle scuole, è possibile richiedere informazioni a: info@pepita.it.

 Per acquistare un numero o abbonarti alla rivista >>>
 Leggi tutti i contributi arrivati #RaccontaIlTuoServizio >>>