1. Animazione Sociale
  2. News
  3. #RaccontaIlTuoServizio
  4. Cammino per le strade silenziose del mio paese – Pensieri di un’educatrice del SIPROIMI

_

Cammino per le strade silenziose del mio paese – Pensieri di un’educatrice del SIPROIMI

centro-storico-Canicattini-Bagni-Siracusa-Timesdi Marianna Cavaliere | 

Abito in Sicilia e lavoro come educatrice presso il SIPROIMI (ex SPRAR) Obioma per donne immigrate e nuclei con vulnerabilità, di Canicattini Bagni.

Ore 13.40 di una Domenica delle Palme non qualunque, cammino per le strade silenziose del mio piccolo paese, vado in struttura per iniziare il mio turno.

Cammino a piedi perché non ho la patente e il tragitto, che è lungo più o meno 1 km, mi dà modo di riflettere e comprendere meglio questa situazione surreale che stiamo vivendo.

Da giorni ormai il paese è semi deserto e a stento si sente qualche vocio di bambini misto al sottofondo dei programmi tv che fuoriesce dalle finestre semiaperte delle case; ognuno è rinchiuso nel piccolo mondo della propria casa e a volte ignaro di quanto dolore solitudine e spietatezza stia portando questa pandemia.

Continuo a camminare e penso a quanto mi manchi il tempo trascorso con le colleghe, prima o dopo turno, a chiacchierare e ridere davanti un buon caffè, quelle chiacchiere semplici, a volte un po’ stupide, ma che ti danno la serenità per affrontare le difficoltà della giornata.

Cammino e penso che forse non saremo più come prima quando sarà finito tutto; ci sarà sempre quel velo di diffidenza nei confronti di chi ti sta accanto, quella distanza di un metro che non è soltanto fisica, quella paura di andare incontro a qualcuno e salutarlo con un abbraccio e questo mi intristisce…

Nel frattempo sono arrivata davanti al cancello di Obioma e senza che me ne renda conto la piccola Vittoria, una bimba nigeriana di due anni e mezzo, corre lungo il vialetto del giardino per venirmi a salutare felice di vedermi con il suo sorriso raggiante e luminoso com’è oggi il sole… E allora tutto mi sembra più sopportabile e mi si apre nel cuore la speranza che sì, passeremo anche questa tempesta!

Marianna Cavaliere è educatrice nel SIPROIMI Obioma per donne immigrate e nuclei con vulnerabilità, di Canicattini Bagni (Siracusa).

 Per acquistare un numero o abbonarti alla rivista >>>
 Leggi tutti i contributi arrivati #RaccontaIlTuoServizio >>>