1. Animazione Sociale
  2. News
  3. #RaccontaIlTuoServizio
  4. I legami creati ci tengono comunque uniti – Trasformazione di un centro diurno

_

I legami creati ci tengono comunque uniti – Trasformazione di un centro diurno

IMG-20200319-WA0008di Debora Imeri e Emanuela Pancini |

Eravamo nella prima settimana della nuova programmazione primavera-estate, noi del Centro socioeducativo “Il Nuovo Volo” di Ceparana di Bolano, quando siamo stati informati della necessità di proteggerci da un nemico sconosciuto, subdolo, invisibile e sempre più pericoloso.
Nel giro di pochi giorni il virus ha minato in profondità tutte le nostre condotte fondate sulla vicinanza e sul supporto, anche fisico, alle 24 persone diversamente abili e ai loro familiari che quotidianamente ormai da 15 anni lo frequentano.

Giorni di notizie, a volte contrastanti, che si rincorrevano, ma qui al Nuovo Volo si continuava con i ragazzi a costruire le basi per nuovi progetti e laboratori.

Ed ecco che, invece, quello che sembrava non doverci riguardare mai, è arrivato a toccarci da vicino e ci ha costretto dapprima a sospendere tutte le attività fino a data da destinarsi, quindi a ripensare a tutte le nostre condotte per salvaguardare noi stessi e i ragazzi di cui quotidianamente ci prendiamo cura.

La necessità di custodire e preservare la salute dell’individuo e della comunità comporta, purtroppo, un carico emotivo molto grande da affrontare; restare a casa, limitare le relazioni, i contatti personali rischiava anche di vanificare ciò che il “Nuovo Volo” aveva cercato di perseguire in tutti questi anni: l’integrazione sul territorio.

È durante le prime confuse giornate di emergenza, che la risposta è arrivata proprio dal territorio, grazie all’interessamento della committenza e degli enti preposti. Il sindaco Alberto Battilani, la responsabile dei Servizi sociali Tiziana Della Rosa, l’assessore Elisa Scappazzoni, il direttore del Distretto sociale 17 Marco Formato, in collaborazione con la ASL 5 e l’Associazione dei familiari “Su La testa” e la responsabile del centro Enza Famulare si sono attivati per trovare un modo per far continuare almeno in parte il lavoro del Centro, garantendo un servizio necessario sul territorio, nel rispetto dei nuovi criteri di sicurezza.

In poco tempo, si è messa in moto un’organizzazione fatta di tecnologia: smartphone e pc sono diventati elementi indispensabili per ricreare una routine quotidiana; le videochiamate hanno sostituito le riunioni di équipe e si è cercato di dare una nuova forma a idee e lavoro già esistenti serbandone gli scopi.

C’è voluta una settimana, fatta di ansie, di confusione e di entusiasmo per trovare nuovi adattamenti.

Infatti, il gruppo di lavoro del “Nuovo Volo” ha ideato proposte che la dott.ssa Famulare ha tramutato in una programmazione settimanale che prevede attività di smart working da casa con una piccola parte di attività in sede, svolta dai soli operatori per preparare il materiale da consegnare a domicilio nel rispetto della normativa vigente. Un’attività per la riabilitazione motoria a distanza “Un esercizio al giorno toglie la ruggine di torno” da praticare da soli o con l’aiuto dei familiari con la sapiente cura dell’educatrice; un’attività per il benessere e il rilassamento “Canta che ti passa” per rinfrancare lo spirito e la memoria anche in questo periodo in cui facilmente si annidano paura ed ansia.

Direttamente proposti dalle persone diversamente abili invece il laboratorio creativo dei cartelli “Andrà tutto bene” da poter richiedere se qualcuno ne volesse uno a domicilio tramite la pagina Facebook della Libreria “Il Libro dei Sogni”, dove si possono reperire servizi offerti a tutta la comunità: “Le favole… al telefono”, “Canzoni contro la paura”, “Io resto a casa… per riflettere” che attendono anche i vostri commenti e la vostra partecipazione .

I genitori sono entusiasti, continuano a mandarci foto e anche video in cui possiamo vedere i “nostri ragazzi” al lavoro a casa, ci mandano messaggi commoventi di ringraziamento per noi operatori del Centro e per i responsabili del Comune e del Distretto, per essere riusciti a garantire il servizio loro abitualmente destinato sia pure ridotto e trasformato. Ci piace condividerne alcuni:

Margherita fa le stesse cose che di solito fa al centro. Non credo ci siano parole per ringraziare tutti quelli che hanno permesso questo progetto. Grazie di cuore. Ce la faremo”.

Andrea ha fatto ginnastica con Ilaria e ora sta facendo assemblaggio! Oggi pomeriggio ha canto…in questo modo il tempo viene scandito e riempito. GRAZIE!”.

Francesco ha fatto le borsine della libreria con suo fratello a casa e l’educatore in videochiamata. Massima collaborazione, cosi ci sentiamo meno soli”.

Ciò che poteva dividerci ci ha fatto capire che i legami creati ci terranno comunque uniti… seppur a distanza di sicurezza.

Quindi un grazie all’amministrazione comunale, ai responsabili del Distretto socio-sanitario 17, all’ASL 5 La Spezia e ai genitori che ci dimostrano, dopo 17 anni di attività, che condividendo gli stessi obiettivi si possono raggiungere buoni risultati anche in un tempo stra-ordinario.

E diciamolo forte tutti quanti: “Andrà tutto bene! O almeno facciamo in modo INSIEME che vada meglio possibile”… D’altra parte come recita il nostro motto: “Insieme. Credendoci. Con il lavoro. Si può”.

 Il Centro per persone con disabilità “Il nuovo volo” si trova a Ceparana (La Spezia).

Debora Imeri è responsabile della libreria “Il Libro dei Sogni”.

Emanuela Pancini è responsabile del progetto “Apelibraia” della cooperativa sociale “Lindbergh

 Per acquistare un numero o abbonarti alla rivista >>>
 Leggi tutti i contributi arrivati #RaccontaIlTuoServizio >>>