1. Animazione Sociale
  2. News
  3. #RaccontaIlTuoServizio
  4. “#IoRestoACasa e ricevo la spesa” – La domiciliarità ai tempi del Covid-19

_

“#IoRestoACasa e ricevo la spesa” – La domiciliarità ai tempi del Covid-19

spesadomicilioAssociazione Tra Me | 

Il progetto DAR (Domiciliarità accoglienza rete), promosso dall’associazione Tra Me sul territorio di Carignano, insieme ad altri partner, è volto a promuovere azioni a sostegno della domiciliarità di soggetti fragili ultra65enni.

Il progetto ha preso avvio nel mese di gennaio 2020 e dopo la prima fase di formazione degli operatori, nel mese di marzo stava entrando nel vivo delle attività con interventi domiciliari individuali e interventi di gruppo volti alla prevenzione e alla formazione sui temi della domiciliarità.

In seguito alle prime notizie in merito alla diffusione del virus è stata interrotta la programmazione delle attività di gruppo e gli interventi domiciliari sono stati ridotti all’essenziale. Molti anziani, infatti, hanno preferito limitare i contatti con persone esterne.

A questo punto come Associazione ci siamo chiesti come poter essere ugualmente di aiuto e di supporto alle persone anziane, proprio loro che sono i soggetti più a rischio. Abbiamo così messo a punto la campagna “#IoRestoACasa e ricevo la spesa”. Un servizio di spesa a domicilio gratuito, per le famiglie e gli anziani di Carignano.

Le persone possono chiamare direttamente e fare la propria lista della spesa, oppure può chiamare per loro un familiare, oppure ancora l’operatore del servizio Sociale che le segue.

Dopo le prime richieste ci siamo resi conto che gli anziani non hanno bisogno solo della spesa ma anche di ritirare referti medici, oppure di consegnare al proprio medico curante le richieste per le impegnative, e così ci siamo attivati anche in tal senso.

Le richieste di aiuto sono arrivate anche da partner di progetto quali la Parrocchia, che ha chiesto supporto nella distribuzione dei viveri della Caritas, per svolgere questo servizio in sicurezza. Abbiamo garantito così la presenza dei nostri operatori dotati di Dpi (dispositivi di protezione individuale) che hanno distribuito i viveri e provveduto a far rispettare le norme di prevenzione della diffusione del virus.

Nel nostro territorio la nostra associazione è conosciuta per dare risposta ai bisogni dei cittadini e proprio questo è il principio che ci ha guidato e ci guiderà nella progettazione degli interventi anche durante l’emergenza sanitaria: accogliere i bisogni dei cittadini e progettare interventi efficaci. Impariamo da questa esperienza ad essere ancora più precisi nella progettazione delle azioni future.

Il progetto di domiciliarità DAR, dell’associazione Tra Me di Carignano (Torino), è finanziato dal bando INTRECCCI di Compagnia di San Paolo: www.associazionetrame.org/

 Per acquistare un numero o abbonarti alla rivista >>>
 Leggi tutti i contributi arrivati #RaccontaIlTuoServizio >>>