3 | 2018

Le collane di Animazione Sociale: una storia che si rinnova

Sono una delle novità di questo 2018, che insieme alla nuova veste grafica danno la misura dell’investimento che la rivista intende fare sulla messa in circolo di idee e chiavi di lettura per lavorare oggi nel sociale.
Ci riferiamo ai tre volumi della nuova collana «Le matite», che proseguono una storia fortunata, iniziata negli anni ’90 con «i Quaderni di animazione e formazione» e proseguita, negli anni 2000, con «i Geki di Animazione Sociale» .
Volumi che sono stati veri e propri best sellers, seppur mai approdati nelle librerie, ma sempre diffusi attraverso le mille reti che vedono nella rivista il luogo dove sia poter scrivere le proprie storie di lavoro professionale sia poter leggere quelle altrui.

“Dagli storici «Quaderni» agli indimenticabili «Geki»:
oggi è il tempo delle «Matite».”

I tre volumi, supplementi (non compresi però nell’abbonamento) ai primi tre numeri del 2018, ospitano materiali in parte pubblicati in parte inediti. Il primo, Stare con ragazze e ragazzi in difficoltà. La via educativa nei territori (pp. 256, euro 24), è rivolto a chi nei servizi, a scuola, nei territori costruisce opportunità per chi ha già incontrato tanti ostacoli nel suo processo di crescita. Il secondo, Essere gruppo di lavoro. Mappe ed esercitazioni (pp. 224, euro 20), esplora il dispositivo fondamentale per chi opera in questi ambiti: il gruppo. Il terzo, I luoghi del possibile. Fare salute mentale oggi (pp. 176, euro 18), è un testo base per chi accompagna i cammini di vita delle persone fragili.
I tre volumi sono in promozione sul sito della rivista. Chi sottoscrive l’abbonamento biennale ne avrà uno in omaggio, chi il triennale due.